ITALY: Electrosmog, pediatricians alarmed: ‘Ban the cellphone to children under 10 years’ old

ENGLISH TRANSLATION, ORIGINAL ITALIAN ARTICLE BELOW
http://www.ostiatv.it/elettrosmog-allarme-dei-pediatri-vietare-telefonino-fino-a-10-anni-0061768.html

child with cell phoneThe Italian specialists fear the harmful effects of electromagnetic waves and working on guidelines to limit the use of equipment.

Rome – “Prohibit the use of mobile phones to children under 10 years.”

More than just an appeal launched by the Italian Society of Preventive and Social Pediatrics, this is a real cry of alarm in our country specifies Dr. Maria Grazia Sapia, expert of the relationship between the child and the environment.

This is “in the first place due to the number of mobile phones owned and in which the average age of users is going lower and lower.” This alarm that will result as soon as possible in “guidelines to limit as much as possible the use of mobile phones to children, avoiding completely the use of up to 10 years and limiting, with proper precautions, use even for older ages”.

It is true that today’s children are digital natives and that mobile phones now no longer serve only to communicate and represent children’s “playground,” but it is also true that the effects of the use of phones are always more obvious.

“Mobile phones,”said Sapia, “are two-way radios that rely upon the ear to talk and there is evidence that the interaction of electromagnetic fields with human biological systems causes a localized increase in body temperature. Very prolonged exposures can cause tissue necrosis (cell death).”

Doctors and researchers are also studying the relationship between the use of mobile phones, loss of concentration and memory, lowered learning ability, increased aggression and sleep disorders of children. Another aspect concerns the dependence on the mobile phone that can bring “serious damage to the psychological and social development, just as with addictions to drugs, alcohol and smoking,” says the president of SIPPs, Giuseppe Di Mauro. In addition to the development, it results in a real isolation of people that talk to each other instead of continuing to communicate with each other keeping his eyes fixed on the screen. ” (Wise society)

Author: Maria Grazia Star

 

21/04/2014

Elettrosmog, allarme dei pediatri: ‘Vietare il telefonino fino a 10 anni’

Inserito in: Pillole di Benessere

Gli specialisti italiani temono gli effetti nocivi delle onde elettromagnetiche e lavorano a linee guide per limitare l’uso degli apparecchi

 

Roma – «Vietare l’uso del telefonino ai bambini sotto i 10 anni». Più che un appello, quello lanciato dalla Società italiana di Pediatria preventiva e sociale, è un vero e proprio grido d’allarme nel nostro paese che è «al primo posto per numero di telefonini posseduti e in cui – specifica la dottoressa Maria Grazia Sapia, esperta delle relazioni tra il bambino e l’ambiente – l’età media degli utilizzatori si va abbassando sempre di più». Un allarme che si tradurrà al più presto in «linee guida per limitare il più possibile l’uso dei telefonino ai bambini, evitandone totalmente l’uso fino ai 10 anni e limitandone, con le dovute precauzioni, l’uso anche per i più grandi».

È vero che i bambini di oggi sono nativi digitali e che i telefonini ormai non servono più soltanto a comunicare e rappresentano per i bambini qualcosa di simile a un “parco giochi”, ma è anche vero che gli effetti dell’utilizzo dei cellulari sono sempre più evidenti.  «I telefonini – sottolinea Sapia – sono delle ricetrasmittenti che si appoggiano all’orecchio per parlare ed è provato che l’interazione dei campi elettromagnetici con un sistema biologico come quello umano provoca un aumento localizzato della temperatura nell’organismo. Le esposizioni molto prolungate possono determinare necrosi dei tessuti». Inoltre sono allo studio le relazioni tra l’uso del telefonino, la perdita di concentrazione e memoria, la minore capacità di apprendimento, l’aumento dell’aggressività e i disturbi del sonno dei più piccoli.  Un altro aspetto riguarda la dipendenza dal telefonino che può recare, dicono dalla SIPPS, «danni gravissimi allo sviluppo psichico e sociale, alla pari delle dipendenze da droga, alcol e fumo – conclude il presidente della SIPPS, Giuseppe Di Mauro -, oltre allo sviluppo di un vero e proprio isolamento dei ragazzi che invece di parlarsi continuano a comunicare tra di loro tenendo lo sguardo fisso sullo schermo». (wise society)

 

 

Autore: Maria Grazia Stella

Tags: , , , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.